FASE°BETA

-Italian Pop Rock Band-

29 maggio 2006

Patetico?

Bene o male che se ne parli, l'importante è parlarlne no? E questo mi fa molto piacere. L'articolo è stato letto, la voce gira, i commenti ci sono, bene.
Mi è stato dato di "patetico" da più di una persona e vi potrà sembrare paradossale ma la cosa mi sollazza molto. Questo mi fa capire che il buon vecchio Pirandello,c'avea ragione!!!!!
Prendetevi questa massima delle ore 10.43: "La vera libertà di pensiero non è quella che si da nel rispettare le idee altrui, ma nel capirle". miiiiiiiiiiiiiiii!!!!! Fa un certo che però eh?...
Alla prossima,,,
max.

25 maggio 2006

Problema cover band...

Ecco pubblicato (per adesso solo sul blog, poi chissà...) il primo articolo di Max.
Leggetelo ed esponete i vostri preziosi giudizi.


AAA Gruppi Emergenti cercasi...
Quando il musicista diventa una prostituta.


Inviare demo, biografia con foto del gruppo, scheda tecnica e stage plan presso... .
Quante volte questo stuzzicante invito si è poi concluso con la retorica e provocatoria frase: “Mi spiace, ma cercavamo una cover band, comunque lasciami pure il tuo numero, magari…”
Fenomeno in crescita quello delle cover band, divenuto in questi anni un passaggio quasi obbligatorio per gran parte di quei giovani che decidono di formare un gruppo musicale.
Costretti purtroppo per potersi esibire davanti ad un pubblico a sottomettersi alle squallide regole dei gestori di locali, di improvvisate direzioni artistiche e di addetti ai lavori (peraltro per niente competenti nella maggior parte dei casi) i quali ricercano esclusivamente formazioni il cui concerto preveda in scaletta brani di artisti affermati, possibilmente l’ever green, o comunque il pezzo che da settimane viene proposto dai palinsesti delle trasmissioni radiofoniche e dai programmi televisivi di settore.
Ma come si può pretendere di valorizzare i giovani, di rispettarne le idee e le emozioni, di dar loro una voce senza offrire delle opportunità?
Opportunità certo. Parola importante questa, spesso citata in molti discorsi politici durante la propaganda elettorale o in qualche festa di partito, proprio perché nella sua migliore accezione significa offrire, dare, e a questo buonismo ipocrita e falso fa sempre piacere credere.
E se a farne le spese fossero i nostri giovani, saremmo disposti ad accettare le regole del gioco?
C’è da capire ovviamente chi invece da questa situazione ne trae un notevole profitto e non ha alcun minimo interesse affinché tutto ciò possa finire. Si prenda ad esempio in considerazione l’artigiano, l’artista che nella realizzazione di un prodotto o di un’opera d’arte trascina se stesso e tutto ciò lo circonda, la propria esperienza, passione e conoscenza affinché il suo operato risulti unico nel suo genere. Quello stesso prodotto viene poi realizzato sfruttando manodopera a basso prezzo e con materiali scadenti, facendo si che il prodotto finito abbia un costo di molto inferiore rispetto alla nostra produzione, distruggendo inevitabilmente le opportunità lavorative dell’artigiano. I sogni dell’artista.
La soluzione, per un solo istante, per un solo breve ma infinito momento, sembra possibile. Farsi sentire, imporsi contro i vari contest organizzati, contro chi richiede esclusivamente cover band, avere la presunzione di farsi ascoltare gridando se necessario, consapevoli del fatto che non è possibile rimanere indifferenti ad un simile pericolo, almeno per chi ama “vivere” o lavora nel mondo delle sette note.
La prospettiva di un futuro dove le idee vengono messe a tacere per arricchire le tasche di chi apparentemente sembra l’”eroe”, dell’ignorante in materia al quale non interessa niente di promuovere i giovani musicisti, ma esclusivamente il suo locale, dovrebbe far riflettere. Anche se tutto questo, un semplice articolo, purtroppo non può certo bastare.



Massimiliano Lunardi

19 maggio 2006

Altra copertina, forse quella definitiva..


Ecco una nuova copertina, e forse davvero quella definitiva. il titolo, per adesso è provvisorio, tutto il gruppo dovrà dire la sua e poi vedremo. Comunque in questa prova il titolo è "Stato di Sintesi".
Non sappiamo ancora quali e quante tracce saranno presenti, inoltre cerchèro se possibile di organizzare un sito web vero e proprio al più presto in modo da inserire una sezione download dove sarà è possibile scaricare tutto.
Ciao...

12 maggio 2006

Tristezza...

Purtoppo il post non ha scuscitato l'interesse sperato. E questo mi dispiace non poco. Avrei seriamente voluto aprire una bella e sporattutto pubblica discussione a riguardo. Ma va bene lo stesso..come dice il detto: "tutto passa..." (in latino, scusate l'ignoranza non so come si scrive).
Alla prossima!
max.

10 maggio 2006

Ecco il post incriminato (modificato...)

Buon giorno a tutta la sezione della sg e vorrei sottolineare marcatamente "giovanile". Punto.
Premetto inoltre di assumermi pienamente la responsabilità di quanto viene scritto in questo breve (spero)post convinto sia un mio dovere e diritto difendere chi ti difende. Chiunque voglia replicare, io son qua.
La questione? su dai la si sà! uno guarda il nick e il titolo e la capisce!!! cmq il dilemma è riassumendo in modo chiaro e senza troppi giri il seguente, due punti e a capo
Questa parte sostituisce l'originale che viene sostituita da un altra medesima ma con parole meno dirette ed allusive.
Vi siete mai chiesti quale davvero sia lo spirito del musicista "emergente"? Io vi dico il mio e spero di parlare a nome di tutto il gruppo. Aver voglia di suonare, sempre e ovunque, anche gratis, sentire il bisogno di gente che ti sta sotto il palco, con la sola pretesa di essere rispettati, perchè dietro ogni live o dietro un solo pezzo, ci sono ore di dedizione e fatica. E spesso chi organizza manifestazioni, feste di partito e non, questo lo ignora. Perchè crede di conoscere la musica comprando cd originali e ricordandosi la traccia n.7 del cd del 1936 di pinco pallino. O si vanta di aver visto 39826 concerti, di cui il più bello al polo nord! io di musica, non ne capisco una mazza, nquando mi parlano di toni e semitoni, son sui livelli di dire: "ha segnato domenica???Contro chi giocava la fiorentina?"quindi...però quando sono in sala a suonare, ci metto la voglia e la passione, e quello che ho in cambio mi basta.
Ecco questo vorrei dire a chi fa le selezioni per le serate live, di riflettere e provare a sentirsi dentro questo mondo. Perchè moooolta gente non sa neppure che esiste. Tutto questo serve come "intro" (per rimanere in tema") a quanto segue:
Ok: parliamo della potente flotta del pianeta cover band che ha invaso e conquistato anche il satellite di legri ormai da tempo aggiungendo al loro monarchico e quantomeno squallido potere anche un posto che per definizione dovrebbe favorire lo sviluppo di chi fa delle proprie idee musica(bella questa..) , ormai distrutte da chi scimmiotta i pezzi degli altri. E vi pare poco come problema??
Mi rimetto al vostro giudizio.
Max (e spero anche tutti i FASE*BETA)